Utilizziamo i cookie
Questo sito usa cookies e servizi terze parti / This website uses cookies and third party services.
Informativa cookies / Cookies information
Accetto / I accept
immagine

Gestione dei minerali dei conflitti

Nel mese di agosto 2012, la United States Securities and Exchange Commission ("SEC") ha emesso le sue regole definitive in materia di "minerali dei conflitti" (noto come '3TG' - tantalio, stagno, tungsteno e oro) come definito e richiesto dalla sezione 1502 del Dodd-Frank Wall Street Reform e Consumer Protection Act (la "Legge"). Come risultato, molte aziende stanno ora verificando se e in quale misura, i loro prodotti contengano “minerali dei conflitti” e se tali “minerali dei conflitti.

Impegni

Sorem si impegna a garantire la salute, la sicurezza e la protezione delle persone che entrano in contatto con i propri prodotti. Lavoriamo per garantire che i nostri prodotti non contengano “minerali dei conflitti” dove l’estrazione di essi può finanziare direttamente o indirettamente, violazioni dei diritti umani o che beneficiano gruppi armati nella Repubblica democratica del Congo (DRC) e paesi confinanti.

Pertanto, ci siamo impegnati a:

  • Identificare eventuali prodotti che contengono “minerali dei conflitti“
  • non comprare prodotti e materiali contenenti “minerali dei conflitti” direttamente dalle miniere di conflitto
  • chiedere ai nostri fornitori di lavorare per garantire che tutti i “minerali dei conflitti” contenuti nei prodotti forniti non provengono dalle miniere di conflitto
  • Richiedere ai nostri fornitori di attuare una politica in materia di “minerali dei conflitti” e di esercitare la dovuta diligenza per studiare la fonte di questi minerali
  • Impegnarsi con i nostri fornitori in modo che essi rispondano in maniera tempestiva alle nostre richieste per la prova di conformità. In futuro, la volontà dei nostri fornitori per conformarsi alla presente iniziativa sarà un fattore nelle nostre decisioni di sourcing
  • Impegnarci con i nostri clienti per quanto riguarda i loro obblighi di comunicazione

Come per molte altre società, visto la complessità dell’argomento, ci vorrà del tempo per raccogliere tutte le informazioni necessarie per comprendere appieno il nostro uso di minerali dei conflitti e quindi essere in grado di affrontare tutte le preoccupazioni dei clienti connessi.

Management of conflict mineral

In August 2012, the United States Securities and Exchange Commission ("SEC") issued its definitive rules regarding "conflict minerals" (known as '3TG' - tantalum, tin, tungsten and gold) as defined and required by section 1502 of the Dodd-Frank Wall Street Reform and Consumer Protection Act (the "Law"). As a result, many companies are now investigating whether and to what extent their products contain “conflict minerals” and whether such “conflict minerals”.

Engagements

Sorem is committed to ensuring the health, safety and protection of people who come into contact with its products. We work to ensure that our products do not contain "conflict minerals" where their extraction can directly or indirectly finance human rights violations or that benefit armed groups in the Democratic Republic of Congo (DRC) and neighboring countries.

Therefore, we are committed to:

  • Identify any products that contain "conflict minerals"
  • do not buy products and materials containing "conflict minerals" directly from conflict mines
  • ask our suppliers to work to ensure that all "conflict minerals" contained in the products supplied do not come from the conflict mines
  • Require our suppliers to implement a “conflict minerals” policy and to exercise due diligence to investigate the source of these minerals
  • Engage with our suppliers so that they respond in a timely manner to our requests for proof of compliance. Going forward, the willingness of our suppliers to comply with this initiative will be a factor in our sourcing decisions
  • Engage with our customers regarding their communication obligations

As with many other companies, given the complexity of the subject, it will take time to gather all the information necessary to fully understand our use of conflict minerals and thus be able to address all the concerns of connected customers.